Skip to main content

Rimaniamo allibiti per come si sta trascinando, fino all’inverosimile, la vicenda #Chievo.

Disatteso ogni principio di legalità e trasparenza.
Non è bastato neanche il rigetto del ricorso, da parte dell’ultimo grado di giustizia sportiva, per vedere ratificata la legittima riammissione del #Cosenza in #SerieB da parte del #ConsiglioFederale. Si attendono, per ragioni di opportunità, le motivazioni del Collegio, dice #Gravina!
Motivazioni totalmente irrilevanti, ai fini di eseguire la ratifica della riammissione del Cosenza e l’esclusione del Chievo, in quanto gli effetti della decisione sono vincolanti con il dispositivo già depositato il 26 luglio scorso!
Opportunità, dunque, solo per tendere la mano al Chievo Verona e consentire la commistione illegittima dei due giudizi: sportivo e amministrativo. Addirittura, recita senza vergogna il Comunicato della #FIGC, si aspetta un eventuale provvedimento cautelare del Tar, che di certo non definisce nulla, essendo appunto solo un atto provvisorio.
Tutto questo è antigiuridico, oltre che indegno.
Chiediamo che il Cosenza, senza ritardo, faccia valere nelle sedi opportune il proprio diritto legittimamente acquisito.

Il Direttivo